Concetto di città

(china su carta, 50×70)

In questo disegno l‟intenzione è di porre l‟accento non tanto sull‟unità della composizione, quanto sul valore e sul significato di ogni singola parte. Una composizione che vuole essere al limite, divisa tra la ricerca di una unità e la consapevolezza del frammento. Più che il progetto di una città, è un sistema teorico, un diagramma operativo a cui applicare successivamente un progetto. Ad uno strato indefinito di segni si sovrappone, il sistema definito di una struttura vuota, in cui si inseriscono, oggetti, memorie e mondi che convivono insieme contemporaneamente. L„ordine distributivo è causale, ciò che ci interessa è l‟ipotesi della costruzione di un arcipelago sovrapposto alla memoria.

Di questo equilibrio vive la città: di una coabitazione tra universi all‟interno di una memoria collettiva di mille città invisibili, sopra le macerie di un tempo che non diventerà mai rovina, tra storie, spazi, piani e frammenti d‟altri universi sempre più complessi e stratificati.

Ogni singola isola, ogni singolo tassello, ogni singola stanza/architettura si realizza e si esplicita nella sua tensione verso l‟unità, e in questa tensione si frammenta ulteriormente diventando parte minuta di una città immaginata e raccontata attraverso piccoli segni.

La peculiarità di queste parti non risiede nella loro assoluta compiutezza, ma nel loro “in-staurarsi” all‟interno di un insieme che diventa sistema diagrammatico. La città viene intesa quindi quale sede di distinti luoghi dove le parti si collocano in una geografia, rappresentabile attraverso gli strumenti stessi del suo stesso concetto. In questa tavola troviamo nella parte superiore degli oggetti, e nella parte inferiore, spazi. Tra i due: un sottile strato di macerie e rovine, di una storia che è memoria e frammento contemporaneamente. In una composizione dove compaiono architetture e ricordi, che convivono tra loro, come parti di una memoria sia personale che collettiva

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *